youtube facebook flickr twitter vimeo
Home Pararowing

Login



Feed

Arpa Piemonte
Sito Ufficiale dell'Arpa Piemonte
SanPaolo2
rotary


Pararowing
CAMPIONATI ITALIANI PARAROWING Stampa E-mail
CAMPIONATI ITALIANI DI PARAROWING, LAGO DI CANDIA 19/21 SETTEMBRE 2014---------
 

L'ultimo week end d'estate ha ospitato i Campionati Italiani di Società e Pararowing in territorio piemontese, sul lago di Candia.

I numeri del pararowing italiano crescono di anno in anno e le sfide si fanno sempre più avvincenti.
La squadra dell'Armida ha arricchito il medagliere societario, aggiungendo due medaglie d'argento e 2 quarti posti.
Sul 4+LTA misto Flora AC, Olona Nuova e Armida SC,  sotto bandiera del FLORA, Giuseppe Condello ha raggiunto il secondo posto,

insieme a Brunelli Roberto, Signore Daniele, Pasquali Gabriella e Ariberti Ronny come timoniere. Il titolo di Campioni di Italia è stato

agguantato dagli atleti del Cus Ferrara, che vestono anche i body della nazionale.
Secondo posto con soli 9 secondi di distanza dall'equipaggio della Gavirate  per l'equipaggio Armida 4+LTA ID, composto da

Merlo Margherita, Bianchi Matteo, Bongiovanni Matteo e Rastrelli Giovanni e Filippo Cardellino (timoniere).

Il quarto posto è stato preso dall'altro equipaggio dell'Armida formato da Casetta Marta, Sforza Lollo, Giacone Umberto Renato,
Alessandro Rossi e Nathalli Readi(timoniere)

Davide Dapretto si è classificato 4' nella finale dei singoli AS.


Festeggiava inoltre il compleanno in barca assieme al compagno Andrea Appendino, l'atleta Francesco Faiella, insieme sul misto fuori
gara targato Flora AC.
 
LEGENDA PARA-ROWING
LTA (LEGS–TRUNK–ARMS): l’atleta utilizza tutto il corpo: gambe, tronco e braccia. Appartengono a questa categoria atleti ed atlete
non vedenti, amputati ad un arto o con altre minime disabilità fisiche.
 
TA (TRUNK–ARMS): l’atleta utilizza solo il tronco e le braccia. Appartengono a questa categoria gli atleti e le atlete che non hanno l’usodelle gambe o gli amputati a tutti e due gli arti inferiori
 
AS (ARMS-SHOULDERS): l’atleta utilizza solo le braccia e le spalle. Appartengono a questa categoria tutti gli atleti e le atlete che hannosubito lesioni alla colonna vertebrale e compromesso l’uso delle gambe e del tronco. 
 
ID (INTELLECTUAL DISABILITY): atleti con disabilità intellettiva e relazionale.
 
 
Francesca Grilli
 
Aperitivo Solidale* Pararowing Stampa E-mail

IL PARAROWING SI VESTE DI VERDE PISTACCHIO 

 

 

Giovedì 12 giugno p.v. il settore PARAROWING festeggerà tutti gli atleti

dalle ore 20 alle ore 22

presso il locale PISTACCHIO, corso racconigi 18/b

 

Per maggiori informazioni consultare la pagina Facebook: https://www.facebook.com/ParaRowingArmida?fref=ts

 

 

*L'incasso della serata verrà in parte devoluto al settore

alt

 

 
IL Pararowing Armida è sempre in fermento Stampa E-mail
Abbiamo imparato a remare senza le orecchie! Gli studenti dell'I.S.I.S.S. "A. Magarotto"
 (Istituto Statale d'Istruzione Specializzata per Sordi e Udenti) di Torino hanno partecipato
alla fase in acqua dei Giochi Studenteschi il 7 maggio presso la Canottieri Armida.
Per una pallina di prua ovvero un soffio, la barca femminile composta da Iaquinta Francesca,
Volpe Alessia, Ma Longling, Ascione Sara non è passato in Finale.
L'equipaggio maschile ha visto in cambio volante di timoniere poichè un membro dell'equipaggio
troppo esigente (!) ha deciso di ammutinare!
L'equipaggio fuori gara con Tatiana Sokolova, classe 1987, ha raggiunto il 3 posto nella batteria
da 5.
 
L'istituto ha aderito al progetto federale REMARE A SCUOLA e nei mesi passati si sono svolti
i canonici appuntamenti alla Canottieri Armida, dove gli istruttori hanno insegnato ai ragazzi udenti
e non sia  i gesti tecnici sia l'importanza di essere un equipaggio in barca, rassicurando anche coloro
che hanno poca confidenza con l'acqua.
 
Abbiamo trovato anche un degno erede di Peppiniello di Capua, qualora decidesse di appendere i fili
del timone al chiodo, Petrica Ion Edward, classe 1995 non udente, richiestissimo dai compagni
per le sue dote di GRANDE TIMONIERE!
 
Invece nel mese di marzo l'allenatore della squadra pararowing, Nathalli Readi, si è diplomata dottore
magistrale cum laude in Scienze Motorie Adattate con la tesi "L'attivazione simmetrica dei muscoli lombari
nei canottieri osservata in acqua è mantenuta sul remoergometro?". 
 
Intanto ,in società Armida, gli istruttori del pararowing iteravano per il secondo anno il progetto
Sport e Benessere nel Parco del Valentino rivolto ai residenti  della Circoscrizione 3 di Torino e
iniziavano il progetto rivolto agli studenti delle scuole I.C. Pertini e I.C. Fermi e le S.M.S. Camandrei e
Giovanni XXII della circoscrizione 9.
 
Entrambi i progetti si realizzano grazie al contributo delle circoscrizioni.
 
 
"A tutto lo  STAFF ARMIDA,
è mio forte desiderio con queste poche righe esprimervi il più sentito ringraziamento per tutto il lavoro svolto in questi due mesi di Canottaggio. Il Vostro contributo è stato prezioso e indispensabile per il raggiungimento di importanti traguardi che erano nei programmi dell’istituto. 
C’è stato impegno e concretezza, sicuramente molta professionalità Da parte di tutto lo STAFF Armida, in modo particolare da parte di Francesca Grilli e Nathalli Readi.
Vi chiedo, pur comprendendo la difficoltà del momento, di continuare ad operare e collaborare compatti per il bene dei ragazzi, facendo leva sul senso di responsabilità e di rispetto reciproco. 
Per tutto questo io sento profondamente di dovervi dire GRAZIE.
 
Ist.  I.S.I.S.S. MAGAROTTO,     DISTINTI SALUTI, Prof.    Paolo IACONO"
 
Francesca Grilli
 
L'Armida ai Giochi Special Olympics Nazionali di Venezia Stampa E-mail

Maggio 2014, Venezia...Special Olympics Nazionali ...4 rime per "facezia"!

Sull'attenti! Nessun rida...
Ha stravinto l'Armo Armida!
Scrivi, o Mario, 
in calendario
che l'indomito equipaggio
Oggi, 27 maggio
- ben condotto dalla Cris -
ha concesso un altro bis...
Flavio,
finalmente "sgravio"
(dopo tutta quella fretta 
di stamani, alla toeletta)
e Lori
- tra gli applausi, grida e cori -
oltre a Lollo
- che non è davvero un "pollo"...
pur "beccando" l'onda giusta -
mentre Manu l'acqua frusta!
'Berto, ed insieme a lui Matteo,
hanno fatto "marameo"
alla barca che inseguiva
con il sacco e con la piva!
Quindi con la Nathalì
- vera atleta, signorsì -
e con la Vale
- timoniera senza uguale -
è un'Armida proprio in gamba,
col bel Martins (ritmo di samba)
che di nome fa Thaian...
ma con noi rema Italian! 


     Per gentile concessione di Mauro Fornaro, genitore dell'atleta Mario Fornaro

Atleti: Matteo BianchiLori Cupolino, Flavio Ferrero,Mario Fornaro, Umberto Giacone, Lollo Sforza, Manuel Vaccaro

Atleti Partner: Valeria Fraternale, Taian Martins, Nathalli Readi, Cristina Siletto

Accompagnatori: Michela Cupolino, Mirella e Mauro Fornaro, Dora Tarricone

 

Francesca Grilli

 
IL PARAROWING PIEMONTESE ALLA GARA INTERNAZIONALE DI GAVIRATE Stampa E-mail
Non si può negare che non calzi a pennello alla squadra della canottieri Armida il soprannome di ARMADA,
 
nato da un refuso di stampa e lettura dello speaker ad un evento.
La giovane delegazione piemontese formata da Matteo Bongiovanni, Davide Dapretto, Sara Kobal,
è stata seguita dagli atleti amici per ogni giorno delle gare.
Giovedì Matteo Bongiovanni, prima volta in body azzurro, si è piazzato al 10° posto della classifica
del mondiale indoor INAS FID, davanti agli atleti della Russia, Macao e dell'Ungheria. I compagni della
squadra Armida lo hanno incitato e supportato per tutto il percorso delle due gare dei 500m e dei 1000m
I giorni successivi hanno brillato per le medaglie italiane e anche per quella d'argento del ventenne singolista
AS Davide Dapretto, ligure naturalizzato torinese, che ha conquistato sabato il secondo posto e domenica
il sesto nella finale A.
Sara Kobal è restata purtroppo al pontile a causa di un dolore alla spalla troppo invadente per salire in barca.
Grazie al sostegno del CIP (Comitato Paralimpico Piemontese) e del volontario, Giorgio Manassero, la squadra
Armida si è affacciata sulla riva del lago per incoraggiare i compagni anche nel week end. Sabato, per esempio,
una giovanissima delegazione tutta al femminile ha salutato gli amici e, curiosando, ha nutrito la passione per
il pararowing. Passione  e impegno sono nati grazie ai progetti territoriali che la Canottieri Armida sviluppa
rivolgendosi ad un'utenza di ragazzi frequentanti le scuole medie e superiori. 
Alzava la media del gruppo, Alessia Rubinato, classe 1983, aggiuntasi alla squadra Armida da poco tempo.
Devono ancora far scorrere un po' di acqua sotto i loro remi, prima di condividere con avversari da tutto
il mondo quella del lago di Gavirate, tuttavia le vedremo alla Paralympic Regatta Rowing for Rio a Torino,
il 18 e il 19 ottobre 2014
 
LEGENDA PARA-ROWING
LTA (LEGS–TRUNK–ARMS): l’atleta utilizza tutto il corpo: gambe, tronco e braccia. Appartengono a questa categoria atleti ed atlete non vedenti, amputati ad un arto o con altre minime disabilità fisiche.
 
TA (TRUNK–ARMS): l’atleta utilizza solo il tronco e le braccia. Appartengono a questa categoria gli atleti e le atlete che non hanno l’uso delle gambe o gli amputati a tutti e due gli arti inferiori
 
AS (ARMS-SHOULDERS): l’atleta utilizza solo le braccia e le spalle. Appartengono a questa categoria tutti gli atleti e le atlete che hanno subito lesioni alla colonna vertebrale e compromesso l’uso delle gambe e del tronco.
 
ID (INTELLECTUAL DISABILITY): atleti con disabilità intellettiva e relazionale.
 
Francesca Grilli
 
<< Inizio < Prec. 1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 Succ. > Fine >>

Pagina 10 di 13