youtube facebook flickr twitter vimeo
Home Pararowing
Pararowing
Primo impegno del 2018 per il Team 8+ Open Mind: la Centro de Mar in Portogallo Stampa E-mail

alt

Passati gli ultimi strascichi delle festività natalizie, digeriti gli ultimi panettoni e dimenticate le sbornie di Capodanno, per i ragazzi del Para-Rowing Armida è tempo di rituffarsi nell'attività agonistica con la prima uscita del 2018! Non si tratterà di una regata come tutte le altre, bensì di una nuova partecipazione del Team 8+ Open Mind a un evento internazionale di grande prestigio: sabato 10 e domenica 11 i nostri ragazzi saranno impegnati, infatti, nella 5° edizione della Centro de Mar di Viana do Castelo (cittadina a nord di Oporto), in Portogallo.

I ragazzi convocati per questa spedizione sono Andrea Appendino, Matteo Bianchi, Matteo Bongiovanni, Francesco Faiella, Umberto Giacone, Giovanni Rastrelli, Lorenzo Sforza e Manuel Vaccaro, accompagnati dal Consigliere Societario Luca Audi e dallo staff tecnico composto da Filippo Cardellino e Taian Martins; le specialità affrontate, entrambe gareggiando contro atleti normodotati, saranno i 400 metri (categoria Sprint) e i 6500 metri (categoria Fondo). La regata si svolgerà in prossimità dell'estuario del fiume Limia sull'Oceano Atlantico, in una cornice altamente suggestiva.

Il Team 8+ Open Mind, è sempre importante sottolinearlo, è il primo equipaggio interamente composto da atleti con disabilità intellettivo/relazionale ad aver partecipato, in assoluto, a gare di livello internazionale sfidando atleti normodotati. La partecipazione a tre regate del circuito Capital Cup nel 2017, la foto e i complimenti ricevuti dal Presidente della Fisa Jean-Christophe Rolland sono il miglior riconoscimento dell'ottimo lavoro svolto in questi anni da tutto lo staff tecnico e dirigenziale Armida, guidato dal Presidente Gian Luigi Favero. La tappa di Viana do Castelo, oltre a incrementare l'autonomia e la consapevolezza nei propri mezzi dei protagonisti, rappresenta un ulteriore tassello verso l'affermazione del valore internazionale degli atleti con disabilità intellettivo/relazionale.

A presto per tutti i risultati e le foto!

Potete seguire gli sviluppi anche sulla nostra pagina Facebook!

 

 

 
Chiusura di 2017 a Firenze per il settore Para-Rowing Armida Stampa E-mail

alt

Il settore para-rowing della Società Canottieri Armida sarà impegnato, domani, nell'ultima regata indoor rowing del 2017: la 6° Remy Christmas di Firenze, organizzata dall'Associazione Iris Firenze Onlus e patrocinata dalla Regione Toscana, dal Comune di Firenze, dalla Federazione Italiana Canottaggio, dal Comitato Italiano Paralimpico, dal CONI Provinciale di Firenze e dalla Società Canottieri Firenze. La manifestazione è riservata alle società aderenti e gli atleti tesserati a Special Olympics per la stagione sportiva 2017/2018; la gara si svolgerà sotto il Loggiato degli Uffizi, lato Lungarno Maria Luisa De Medici.

Gli atleti Armida partecipanti saranno, in totale, 16 e sfideranno gli avversari nelle gare da 1 minuto in singolo e nelle staffette da 4x1'; di seguito, l'elenco completo degli iscritti, suddivisi in base alla squadra di appartenenza (in grassetto i partner).

 

1- Matteo Bianchi, Umberto Giacone, Alberto Gay, Cristina Siletto; 2- Francesco Re, Lorenzo Sforza, Manuel Vaccaro, Francesca Grilli; 3- Alessandro Rossi, Giovanni Camerano, Taissia Impemba, Pietro Muratore; 4- Daniele Matullo, Lorenzo Tarulli, Lorenzo Russo, Francesca D'Emilio.

In bocca al lupo ai nostri ragazzi!

 

 

 

 
I risultati del settore Para-Rowing alla Silver Skiff 2017 Stampa E-mail

alt

 

Ieri mattina, alcuni dei nostri ragazzi del settore Para-Rowing sono tornati sul Po per la Silver Skiff, regata internazionale organizzata dalla Società Canottieri Cerea. Di seguito, tutti i piazzamenti ottenuti; ne approfittiamo, ovviamente, per fare le congratulazioni a tutti!

 

4+ PR3 ID

2°: Margherita Merlo, Umberto Giacone, Lorenzo Cupolino, Giovanni Rastrelli, Pietro Muratore (timoniere);

3°: Taissia Impemba, Francesco Faiella, Alessandro Rossi, Riccardo Scappatura, Nathalli Readi (timoniere);

4° Sarah El Laban, Manuel Vaccaro, Lorenzo Russo, Daniele Matullo, Francesca D'Emilio (timoniere);

 

1x PR1 maschile

2°: Gheorghe Chelaru.

 

1x PR2 femminile

1°: Arianna Riccucci.

 
Il Para-Rowing Armida alla 26° Silver Skiff Endurance Regatta Stampa E-mail

alt

Sabato 11 e domenica 12 novembre torna il consueto appuntamento con la regata internazionale Silver Skiff Endurance Regatta, organizzata dalla Società Canottieri Cerea. Le gare riservate alle categorie para-rowing si disputeranno sabato mattina; come ogni anno, una delegazione della Società Canottieri Armida sarà presente per

Sono 14, in totale, i nostri atleti iscritti, suddivisi in tre equipaggi 4+ PR3 ID e in due singoli PR1 maschile e PR2 femminile. Di seguito, il quadro completo

 

4+ PR3 ID 

ARMIDA 1: Margherita Merlo, Umberto Giacone, Lorenzo Cupolino, Giovanni Rastrelli, Pietro Muratore (timoniere);

ARMIDA 2: Taissia Impemba, Francesco Faiella, Alessandro Rossi, Riccardo Scappatura, Leonardo Zanin (timoniere);

ARMIDA 3: Sarah El Laban, Manuel Vaccaro, Lorenzo Russo, Daniele Matullo, Francesca D'Emilio (timoniere).

1x PR1 Maschile: Gheorghe Chelaru;

1x PR2 Femminile: Arianna Riccucci.

 

Il percorso di gara si snoderà lungo 4 km sul fiume Po, con partenza e arrivo davanti alla Canottieri Cerea e boa di virata situata all'altezza del CUS Torino. In bocca al lupo ragazzi!

 
L'8+ Open Mind Armida alla Eights on Sava di Zagabria Stampa E-mail
alt
 
Smaltite le fatiche della 12° Rowing for Tokyo – Paralympic Games 2020, il settore Para-Rowing della Società Canottieri Armida si appresta a vivere un altro weekend di fuoco. Uno dei suoi equipaggi di punta, infatti, sarà impegnato in un altro importantissimo appuntamento internazionale: la Eights on Sava, in programma sabato 4 novembre a Zagabria (Croazia). La competizione fa parte del circuito Capital Cup, che unisce quattro capitali europee in altrettante regate: Bratislava, Budapest, Vienna e, appunto, Zagabria.
Il team che sabato lambirà le acque della Sava per i 3600 metri previsti sarà l'8+ Open Mind, primo equipaggio composto da persone con disabilità intellettivo/relazionale a partecipare, in assoluto, a gare di livello internazionale dove si affrontano atleti normodotati. Per il team (inserito nella categoria Open) si tratta della seconda partecipazione dell'anno alla Capital Cup, dopo quella di Budapest dello scorso aprile. Per l'occasione, la squadra sarà formata da Andrea Appendino, Matteo Bianchi, Matteo Bongiovanni, Francesco Faiella, Giovanni Rastrelli, Alessandro Rossi, Riccardo Scappatura e Lorenzo Sforza, accompagnati dai tecnici Luca Audi, Filippo Cardellino e Leonardo Zanin. Dal punto di vista sportivo, questa partecipazione rappresenta un ulteriore passo in avanti verso un pieno riconoscimento internazionale delle loro potenzialità come atleti di spessore e, dal punto di vista umano, l'occasione giusta per acquisire una maggiore autonomia. In questo senso, i complimenti ricevuti dal Presidente della FISA Jean-Christophe Rolland dopo la gara di Budapest (corredati da una foto storica) acquisiscono un significato ancora più importante.
Il team 8+ Open Mind è stato creato nel 2015 dopo quindici anni di lavoro nel settore para-rowing, in cui la Società Canottieri Armida è all'avanguardia, sia a livello nazionale che internazionale, soprattutto grazie al lavoro del Tecnico Cristina Ansaldi e del suo staff.
Il messaggio di presentazione del Consigliere della Società Canottieri Armida Luca Audi, consulente tecnico della trasferta di Zagabria:
«Ultima gara dell'anno per il settore Para-Rowing della Società Canottieri Armida: siamo molto contenti perché si tratta della nostra prima volta a Zagabria e, in assoluto, della prima volta sul fiume Sava; i ragazzi sono molto carichi, toccare un posto nuovo è un ulteriore motivo per spingerli a far bene. Come società, la partecipazione alla Eights on Sava rappresenta un orgoglio in quanto possiamo condividere con nuove persone il nostro spirito e la nostra esperienza da pionieri nelle regate internazionali con atleti normodotati. Sarà una bella gita, ci divertiremo ma, quello che più conta, è che potremo far vedere ancora una volta il valore dei nostri ragazzi!».
 
<< Inizio < Prec. 1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 Succ. > Fine >>

Pagina 2 di 13